Trama

Damian è il protagonista principale di Backstage. Egli è il cantante di una famosa rockband i “Jailbirds”. Suonano musica rock e sono amati in tutti gli Stati Uniti, tanto che le loro canzoni sono in cima alle classifiche .

Damian è il classico ragazzo bello e dannato. Gli piace divertirsi dopo i vari concerti e, soprattutto, intrattenersi con le varie fan. Purtroppo però la sua poca prudenza lo porterà al centro di diversi gossip che potrebbero portare in cattiva luce la sua band.

Per questo motivo il manager della band decide di realizzare un concorso per giovani band emergenti. Chi vincerà il concorso seguirà i Jailbirds in tour e aprirà i loro concerti.

Grazie a questo concorso Damian conoscerà Lilly, bassista della band emergente “Red Velvet Curtains”. La ragazza, al contrario di Damian, non ama la popolarità, non vuole stare sotto i riflettori e odia essere al centro dell’attenzione dei media. Partecipa al concorso solo per fare un favore ai suoi compagni di band, “tanto mica sceglieranno noi” pensa.

Invece il destino, a volte, gioca delle carte a noi sconosciute. Infatti la Band di Lilly vince il concorso e la giovane bassista si ritrova nel suo peggior incubo.

Backstage: recensione e analisi

La storia si apre con degli articoli di giornale che fanno subito intendere al lettore quanto sia famosa la rock band denominata Jailbirds.

Quello che non ci si aspetta è che il protagonista, Damian, sia vittima di uno scandaloso gossip che rischia di far perdere credibilità a tutta la sua band.

Per cercare di rimediare al pasticcio commesso da Damian, il manager della band in accordo con la casa discografica, decide di indire un concorso per rock band emergenti, così da spostare l’attenzione dei media.

Il senso di colpa mi attanaglia lo stomaco, perché se io non avessi fatto l’idiota a Los Angeles, non saremmo qui a rischiare la nostra immagine.

I Red Velvet Curtains vincono il concorso, per la gioia di Luke, Martin e Taylor. Lilly, la loro bassista, corre a chiudersi in bagno, non ha nessuna intenzione di esibirsi davanti a milioni di persone.

Tuttavia, lei non ha fatto ancora i conti con la testardaggine di Damian (e anche la sua bellezza ed il suo fascino) perciò alla fine si lascia convincere dalle sue parole.

Non esistono casi disperati, solo persone che hanno bisogno dei giusti tempi e delle giuste strade per superare le loro paure. Credi davvero che siano tutti nati per stare su un palco e al centro dell’attenzione?

Nemmeno Damian è immune alla semplicità di quella ragazza così insicura e timida.

Quando Lilly, però, sale sul palco tutta quella insicurezza scompare.

La sua voce è sicura, le sue dita scorrono sul basso ferme e leggere come piume, tutti restano incantati dalla sua bravura.

La narrazione di Backstage si alterna tra il punto di vista di Damian e il punto di vista di Lilly. Inoltre tra un capitolo e l’altro ci sono articoli di giornali, commenti social che divertono il lettore e lo aiutano ad immedesimarsi nella realtà che le persone famose vivono.

Damian e Lilly non possono fare un passo senza che questo venga ripreso dai paparazzi e poi quelle informazioni iniziano a rimbalzare sulle pagine social, instagram, twitter, etc., attirando una valanga di commenti, soprattutto quelli degli haters.

Ci sono diversi commenti cattivi che sfiorano il cyberbullismo, specie nei confronti di Lilly che portano la ragazza allo sconforto totale.

Questo sta a dimostrare come i social, se usati nella maniera scorretta, possano diventare pericolosi. Possono spingere una ragazza a gettarsi nel baratro delle proprie insicurezze. Le parole sono come lame e possono colpire nel punto più debole: la fiducia in se stessi.

Questo libro racconta l’altra faccia della medaglia dell’essere famoso. Vengono trattati diversi temi: l’agitazione che assale un musicista prima di una esibizione, l’adrenalina che si sprigiona durante un concerto, lo stupore che assale il musicista quando il pubblico conosce le canzoni a memoria e le canta insieme al cantante.

Ma tratta anche tematiche più delicate: il bullismo, la violenza psicologica e fisica, il rapporto poco sano con il cibo.

Inoltre, la narrazione è alleggerita da descrizioni di scene erotiche.

Oltre ad essere raccontata una storia d’amore, viene anche celebrata l’amicizia. Ogni componente delle due band è pronto a difendere l’altro senza pensarci. Tutti si vogliono bene come fratelli e si dicono sempre la verità, anche quando fa male.

Un libro completo, anche se l’unica pecca sta nel modo di descrivere alcune scene. I termini tendono a ripetersi, giacché forse sarebbe stato meglio utilizzare dei sinonimi.

Backstage di Erika Vanzin è un romance che racchiude diverse tematiche e a fare da sfondo c’è la musica.

More in:Libri

You may also like

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *