Ora su Disney+, Benvenuto sulla Terra, la nuova serie TV di National Geographic con Will Smith protagonista di un’intensa avventura in giro per il mondo.

Trailer ufficiale di Benvenuto sulla Terra

Recensione di Benvenuto sulla Terra: sei episodi alla scoperta della natura

Benvenuto sulla Terra è la nuova serie TV di National Geographic, disponibile da dicembre su Disney+. Sei puntate dedicate alla scoperta della Terra e di ciò che accade nella flora più inesplorata.

Will Smith trasporta lo spettatore in alcune spedizioni adrenaliniche, permettendogli così di immergersi nella bellezza della natura e dei suoi abitanti.

Ogni episodio si focalizza su un tema principale, che viene approfondito dalle diverse storie presentate. Le avventure di Will Smith si alternano infatti ad altre scoperte di biologi, fotografi e esploratori. Esperti che seguono lo stesso argomento della puntata ma da un punto di vista differente e da una diversa locazione geografica.

La serie TV permette così di far conoscere le più stravaganti particolarità della Terra sia visivamente, tramite immagini mozzafiato, che lasciando spazio agli altri quattro sensi, stimolati dall’ambiente circostante. Forse, l’unico aspetto lasciato un po’ nell’ombra è la mancanza di una colonna sonora significativa, probabilmente per dare spazio a quella naturale.

Si inizia così un viaggio alla scoperta di ciò che non si percepisce normalmente: dal rumore della lava, alla fauna celata dal buio degli abissi, per poi giungere agli odori della Terra e dei suoi abitanti che scatenano reazioni chimiche nel cervello degli animali, fino alla percezione della paura per ciò che non si può toccare.

Lo spettatore viene così trascinato in un’esperienza a tutto tondo, oltre i limiti della propria immaginazione.

Will Smith in una scena di Benvenuto sulla Terra
Will Smith in una scena di Benvenuto sulla Terra

Will Smith alla scoperta della Terra e di se stesso

Il famoso attore, rapper e produttore Will Smith, fa da presentatore in questo documentario, immergendosi nella natura più selvaggia per vincere le proprie paure.

Il 53enne candidato a due premi Oscar per Alì (2002) e per La ricerca della felicità (2006), sta al passo con i tempi. Con più di 64 milioni di follower su TikTok e 57M su Instagram, ha promosso l’uscita di Benvenuto sulla Terra, tramite un video pubblicato sui vari Social.

L’attore è nella savana che deve aspettare. Come si percepisce in altri momenti della serie TV, non ha la pazienza degli esploratori esperti che lo accompagnano; così, inizia a cantare The Lion Sleeps Tonight (Wimoweh), per ammazzare la noia.

Un video che fa percepire fin da subito quale sarà il mood della serie TV: conoscenza ma anche divertimento, adrenalina e un pizzico di ironia, ambito in cui l’attore risplende nel miglior modo.

Allo stesso tempo però, lo spettatore non perde mai di vista uno dei fattori principali: Will Smith non è un esperto esploratore, è un uomo comune che prova timore nel rischiare la propria vita in mezzo alla natura imprevedibile (per quanto sicuramente l’avrà fatto nella situazione più favorevole possibile). Questo elemento permette ancora di più di immedesimarsi nel presentatore.

Una scena tratta da Benvenuto sulla Terra
Una scena tratta da Benvenuto sulla Terra

Recensione di Benvenuto sulla Terra: un’immersione visiva sotto la supervisione di Darren Aronofsky

Fin dalla prima immagine di Benvenuto sulla Terra, il pensiero che sorge nello spettatore è: «Come avranno fatto?» In effetti, la qualità visiva delle immagini proposte da National Geographic si conferma al livello dei maggiori colossal hollywoodiani.

Durante l’intera serie si può notare il coinvolgimento di tecnologie altamente sviluppate per la ripresa e la fotografia, usate per avvenimenti naturali molto difficili da catturare; la velocità con cui avvengono, la dimensione del soggetto e la sua distanza dall’obiettivo, i set inusuali. Sono solo alcune delle difficoltà di cui gli operatori naturalisti devono tener conto.

Questi espedienti non vengono del tutto celati, anzi alcuni vengono valorizzati dagli esperti del settore, che ne spiegano la funzionalità. Dalla telecamera, che grazie a una versione avanzata di slow motion, cattura il movimento ultraveloce della lingua di un camaleonte a caccia, alla macchina fotografica subacquea che tramite il time-lapse mostra i movimenti delle anemoni.

Inutile dire, come ormai i droni abbiano un ruolo principale in queste riprese; dando la possibilità di realizzare immagini, una volta impensabili se non con mezzi pesanti e costosi.

Ma simili tecnologie sarebbero inutili, se non venissero supervisionate da artisti dalle capacità già affermate. Tra i produttori esecutivi, infatti, spicca il nome del famoso regista Darren Aronofsky, conosciuto per film come Requiem for a Dream (2000), Il cigno nero (2010) e Madre! (2017), in cui si è sempre distinto per un’estetica unica e affascinante.

Così, anche il semplice primissimo piano in bianco e nero dei protagonisti, usato come escamotage narrativo per alternare le diverse storie; diventa pretesto per ammirare una fotografia luminosa e pulita, semplicemente “bella”.

Will Smith in bianco e nero, in una scena di Benvenuto sulla Terra
Will Smith in bianco e nero, in una scena di Benvenuto sulla Terra

Recensione di Benvenuto sulla Terra: il secondo esperimento ben riuscito

La produzione di Benvenuto sulla Terra, seguita da Protozoa Pictures, Nutopia di Jane Root e Westbrook Studios, soddisfa anche lo spettatore più pretenzioso.

Il linguaggio semplice, alla portata di tutti, e la resa stimolante per tutti i sensi, lascia desiderosi di una seconda stagione, ad oggi non ancora confermata.

Ma se non volete aspettare e vi piace il duo Smith-Aronofsky, state tranquilli perché Benvenuto sulla Terra non è il loro primo esperimento in ambito documentaristico. Nel 2018 infatti, è uscito One Strange Rock: Pianeta Terra, serie TV di National Geographic, disponibile sempre su Disney+. Prodotto esteticamente molto simile a quello del 2021 ma con un tema differente: la storia della Terra.

Trailer ufficiale di One Strange Rock: Pianeta Terra

Se siete appassionati di Disney+, continuate a seguire le nostre recensioni delle serie TV e dei film più amati: Loki (2021), Crudelia (2021) e tanti altri.

Will Smith e Darren Aronofsky sul set di Benvenuto sulla Terra
Benvenuto sulla Terra: Will Smith e Darren Aronofsky nella natura selvaggia
Una serie TV che fa viaggiare lo spettatore.
PRO
Esteticamente molto affascinante
Will Smith di piacevole presenza
CONTRO
Utilizzo anonimo della musica
8
Sveva Burchielli
Sono una persona molto curiosa a cui piace scoprire nuovi interessi e sperimentare al di fuori della propria zona di comfort. Ma l'unica passione che rimane invariata, sempre e comunque, è quella per il cinema, con me fin dall'infanzia.

    More in:Film&SerieTV

    You may also like

    Leave a reply

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *