Scegliere quali sono i migliori 7 film Disney Pixar è veramente un duro e faticoso lavoro vista la tanta qualità dello studio d’animazione americano, ma qualcuno dovrà pur farlo. Per questo, ecco i 7 migliori film della Disney Pixar!

É ormai passato più di un secolo da quando il primo fotogramma ha visto la sua luce.
Nel corso del ‘900 il mondo della settima arte ha conosciuto nuove tecniche espressive e nuovi linguaggi. Ha visto l’introduzione del colore nell’immagine e l’avviarsi di una nuova forma di produzione.

Infatti, tra la fine degli anni ’70 e l’inizio degli anni ’80 nasce negli USA una nuova casa di produzione cinematografica specializzata in CGI, una particolare tecnica di animazione digitale che, grazie al supporto di tecnologie e computer grafici, ha fornito un processo cinematografico del tutto innovativo e rivoluzionario.

Lo studio d’animazione Pixar ha esordito nel 1995 con il primo lungometraggio in CGI e in più di venticinque anni ha regalato capolavori che sono la storia non solo del mondo dell’animazione ma anche del fantastico universo del grande schermo. Da poco è anche uscito il teaser trailer di «Luca», l’attesissimo nuovo film Pixar ambientato in Italia e diretto dall’italiano Enrico Casarosa.

Come già detto, sono tante le eccellenze della Pixar, ma quali sono i migliori 7 film Dinsey Pixar?
É impossibile scegliere quali sianoi migliori, vero, ma proviamo a compilare una lista dei migliori sette.

LEGGI ANCHE: Porco Rosso Recensione: L’intima libertà di un maiale

Toy story – Il mondo dei giocattoli (1995)

É in assoluto il primo film realizzato in CGI, e senza dubbio non poteva esserci un esordio migliore.
Semplicemente sensazionale, l’inizio di una saga che ha fatto appassionare chiunque, grandi e piccoli, a una bizzarra e divertente banda di giocattoli animati, coinvolta in mille avventure.
Tutto inizia con un regalo: il piccolo Andy riceve per il suo compleanno un nuovo giocattolo, Buzz Lightyear, un eccentrico eroe spaziale che entra nella banda e mette in discussione la leadership del cowboy Woody, giocattolo preferito di Andy e punto di riferimento della combriccola di giocattoli.

Dopo alcuni scontri, tra i due si viene a formare un forte legame, e insieme ai loro amici vivono disavventure e imprevisti, accompagnati come sempre da grande ardimento ed eroismo.
In poco più di vent’anni la Pixar ha prodotto altri tre film della saga, l’ultimo uscito nel 2019.
Il finale nostalgico della saga, evoca ancora di più un forte attaccamento al ricordo dell’infanzia che avrà certamente colpito non solo i ragazzi ma anche i più grandi.
Insomma, come tutti i lungometraggi Pixar, un film per tutti.

In che posizione mettereste Toy Story nella vostra classifica dei sette migliori film Disney Pixar?
Una nota di riconoscimento alla fantastica interpretazione della colonna sonora di uno straordinario Riccardo Cocciante, e al doppaggio di Fabrizio Frizzi nei panni del cowboy Woody.

Locandina del film

I migliori 7 film Disney Pixar:
A Bug’s Life – Megaminimondo (1998)

Il secondo film della casa di produzione, diretto da John Lasseter, regista del primo film, e da Andrew Stanton.
Dopo un magnifico esordio, sarebbe stato difficile ripetersi o quantomeno riuscire a produrre un lungometraggio all’altezza del primo: inutile sottolineare che ci riuscirono certamente.

Dopo la stupenda riproduzione del mondo dei giocattoli, ci spostiamo nella natura, nella divertente e laboriosa vita di una formica e della sua colonia.
Flik, una stramba e guastafeste formica ribelle, che rispetta poco le regole della colonia e per questo viene mandato in missione: riuscire a trovare un gruppo di soldati in grado di riuscire a contrastare un pericoloso sciame di cavallette, capeggiate da un temibile capo, Hopper, doppiato nella versione originale da Kevin Spacey.

La straordinaria rappresentazione del mondo delle formiche, sempre unite e pronte a combattere per aiutare un compagno fa da copertina alle divertenti vicissitudini di Flik: a causa di un malinteso, infatti, scambia una banda circense per guerrieri e decide di assoldarli per salvare la sua colonia.

Infine un bellissimo insegnamento: dalle difficoltà si esce con partecipazione e perseveranza; solo così l’impavida colonia riuscirà a salvarsi e a festeggiare la partenza dei valorosi guerrieri circensi.

Locandina del film

Alla ricerca di Nemo (2003)

Nemo è un pesce pagliaccio, figlio di Marlin, padre pieno di timori, e di Coral, morta poco prima che lui nascesse per proteggere le uova da un attacco di un barracuda.
Passa qualche anno e Nemo si appresta a frequentare la scuola, ma a causa di una sfida con alcuni compagni decide di allontanarsi dalla barriera corallina e viene catturato da un umano.

Inizia così il viaggio interminabile del povero Marlin, che costretto a superare tanti ostacoli e guidato da un unico indizio, una maschera da sub, incontra Dory, un loquace e simpatico pesce chirurgo blu, sofferente di amnesie.
Il film è ambientato nelle acque di Sidney e Nemo dovrà riuscire a liberarsi dall’acquario del suo nuovo padrone, un dentista che desidera regalare Nemo alla sua terrificante nipotina.
La perseveranza e la tenacia che spingono Marlin alla ricerca del figlio sperduto riusciranno a ricongiungere padre e figlio, dopo le peripezie superate.

Non poteva mancare nei migliori 7 film per vari motivi: certamente per la commuovente storia che lega padre e figlio dopo la morte di Coral; una meravigliosa riproduzione del mondo marino che fa da scenario e la presenza dell’irriverente Dory, l’amica bizzarra e logorroica di Marlin che, nonostante sia causa di qualche incidente, è sempre pronta ad affiancare il compagno di sventura.
Dory sarà protagonista nel film Alla ricerca di Dory del 2016.
A che posto si trova nella vostra classifica dei sette migliori film Disney Pixar?

Locandina del film

I migliori 7 film Disney Pixar:
WALL•E (2008)

Per ambientazione e scenografia è certamente uno dei più originali della Pixar.
É ambientato nel 2805 e la Terra è completamente abbandonata a causa di un altissimo livello di inquinamento e le città sono completamente ricoperte di immondizia.

Il protagonista è WALL-E, l’unico robot rimasto sul pianeta e incaricato di pulire le città, costruisce interi grattacieli di immondizia, mentre l’essere umano ormai si trova nello spazio dopo l’imbarco di sopravvivenza avvenuto settecento anni prima.
L’infinita solitudine di WALL-E si spezza quando un giorno, improvvisamente, cade un razzo sulla Terra da cui scende un robot di altissima generazione e con fattezze femminili di nome EVE.

Tra i due nasce una profonda amicizia e WALL-E decide di regalarle una piantina, dando dimostrazione che sulla Terra è ricomparsa una forma di vita.
WALL-E e EVE ripartono con il razzo e arrivano sull’astronave Axiom, dove gli uomini vivono da sette secoli in un luogo pieno di lussi e comodità.

La scena più bella del film è un ballo tra i due spasimanti sulle note della celeberrima canzone francese Le vie en rose: emozione allo stato puro. Tuttavia, riuscirà il comandante dell’astronave a ritrovare la pianta di EVE e a considerare un ritorno sulla Terra?

Locandina del film

Up (2009)

Probabilmente è il miglior film che la Pixar abbia mai fatto. Difficile stabilirlo.
É un concentrato di emozioni, di pianti e di risate, e non è un caso che abbia vinto due Premi Oscar per miglior film d’animazione e per la miglior colonna sonora, assoluto capolavoro di Michael Giacchino. Ebbe altre tre candidature: miglior sceneggiatura originale, miglior montaggio sonoro e miglior film (unico film d’animazione insieme a La bella e la bestia del 1991, a competere per l’Oscar più prestigioso). Inoltre, è stato da poco realizzato un corto animato in stile animazione giapponese, da vedere assolutamente se te lo sei perso!

Impossibile rivelare alcuni tratti della storia perché questo film bisogna vederlo, anzi viverlo e basta.
Bisogna lasciarsi trasportare dall’incantevole musica ed emozionante storia dell’anziano e burbero Carl Fredricksen , della dolce e gentile Ellie, del simpatico scout Russell, pronto a vivere col signor Fredricksen una fantastica avventura alle Cascate Paradiso.

Questo meraviglioso lungometraggio è entrato certamente nel cuore di tutti e, nella nuova originale versione è diventato un anime giapponese (leggi qui per saperne di più!).
Come si dice: vedere per credere! E se non l’avete fatto, non aspettare ancora.
Se invece l’avete già visto, a che posto si trova nella vostra classifica dei sette migliori film Disney Pixar?

Locandina del film

I migliori 7 film Disney Pixar:
Inside Out (2015)

Inside Out è il quindicesimo film prodotto dalla Pixar e dal punto di vista narrativo è uno dei più complessi.
Gioia, Disgusto, Paura, Rabbia e Tristezza sono i protagonisti del lungometraggio e sono le emozioni di Riley, una ragazzina di undici anni che vive nel Minnesota e ha una grande passione, l’hockey.

Ogni emozione è associata a un colore e i ricordi della bambina vengono conservati nella memoria a lungo termine. I ricordi più importanti, invece, sono definiti ricordi base e definiscono la personalità di Riley e sono tutti dorati (colore associato alla gioia).
I ricordi base della bambina alimentano le cinque isole della personalità: l’Onestà, la Famiglia, l‘Amicizia, l’Hockey e infine la Stupidera.

La famiglia di Riley vive un momento poco felice e la giovane ne risente provocando la nascita del primo ricordo base triste. Gioia e Tristezza vengono erroneamente trasferite fuori dal quartier generale, centro delle emozioni di Riley, e dovranno viaggiare lungo tutta la memoria a lungo termine e superare il suo subconscio per raggiungere nuovamente il quartiere.

Come riusciranno le cinque emozioni a convivere tra loro e a ridare serenità alla vita di Riley?

Locandina del film

I migliori 7 film Disney Pixar:
Coco (2017)

É il diciannovesimo lungometraggio targato Pixar e ricevette due Oscar per miglior film d’animazione e miglior canzone nel 2018.
Il protagonista è il dodicenne Miguel, un ragazzino messicano che sogna di diventare musicista come il suo idolo Ernesto de la Cruz, morto da qualche anno.

Tuttavia, a contrastare il desiderio del giovane è sua nonna Coco, abbandonata proprio dal padre musicista e vissuta senza la sua figura. Così, il giovane Miguel è costretto a suonare la sua amata chitarra all’insaputa di tutta la sua famiglia e un giorno decide di recarsi nel mausoleo di Ernesto.

Appena entrato, viene trasferito in una dimensione alternativa dove non può essere visto né sentito dai vivi, percorre il ponte dei fiori che porta nell’Aldilà e su di lui cade una maledizione: dopo aver distrutto il ritratto della trisavola defunta, se non riuscirà a ritornare nel mondo dei vivi entro l’alba successiva sarà costretto a rimanere per sempre nell’Aldilà.

Il suo grande desiderio, però, è incontrare Ernesto e ora che ha la possibilità non vuole lasciarsela sfuggire. Tuttavia, il piccolo Miguel non sa che dietro la figura di Ernesto del Cruz si cela una terribile sorpresa.
Un viaggio trascendentale che supera le barriere del reale ed esalta l’eccezionale cultura del mondo messicano.

Locandina del film


Quali altri lungometraggi potrebbero far parte della vostra classifica dei sette migliori film Disney Pixar?É stata dura lasciare fuori dalla top seven film come Cars, Monsters & Co. o Ratatouille; ma se dovessero chiedere quali film della Pixar bisognerebbe vedere per primi sapete come rispondere.
Vedeteli e lasciatevi trasportare verso l’infinito e oltre!

Quest’anno esce Luca, il nuovo film della Pixar. Vedilo!

More in:Film&SerieTV

You may also like

1 Comment

  1. […] Con questo film l’universo Disney dimostra ancora una volta l’incredibile capacità di realizzare live action come Crudelia, del tutto originale e sorprendente. Anche la Disney Pixar produce quasi ogni anno pellicole emozionanti e indimenticabili. […]

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *