Sono moltissimi ormai i servizi che offrono al pubblico diversi giochi in streaming, xCloud, Amazon Luna, Google Stadia… Non poteva mancare all’appello Netflix, il colosso delle serie tv, che ha annunciato ufficialmente la sua entrata nel mondo del gaming. Ma andiamo a scoprire i dettagli della faccenda.

Netflix giochi

Il CEO della compagnia, Reed Hastings, ha dichiarato che non si aspetta che l’azienda riesca a guadagnare alcun profitto dall’inserimento dei videogiochi in sé: l’intento sarebbe esclusivamente quello di migliorare l’offerta di Netflix con l’introduzione dei giochi. Proprio per questo, almeno inizialmente, nel catalogo saranno aggiunti solo titoli mobile, senza puntare su titoli più grandi e impegnativi.

I videogiochi saranno totalmente gratuiti (compresi nell’abbonamento) e il Chief Product Officer Greg Peters ha poi voluto aggiungere una considerazione, ribadendo nuovamente che:

Non dobbiamo pensare a pubblicità, non dobbiamo pensare ad acquisti in-game o altri tipi di monetizzazione, non dobbiamo preoccuparci dell’acquisto dei videogiochi… abbiamo la possibilità di essere concentrati pienamente nel creare le migliori esperienze videoludiche che siamo in grado di offrire. Abbiamo scoperto che molti sviluppatori condividono questa idea e concentrano le loro energie sul realizzare un grande gameplay, senza preoccuparsi di questi altri fattori.

Netflix giochi

Ovviamente non si conoscono ancora i giochi che Netflix introdurrà nel suo catalogo, e neanche la data in cui saranno resi disponibili. Possiamo però ipotizzare, grazie ai diversi rumor, che inizieremo a vedere le prime novità nel corso del 2022. Altre voci parlavano anche di alcuni contatti con Sony, è quindi probabile che il colosso nipponico si occuperà della promozione o che, addirittura, produrrà dei titoli esclusivi per il servizio di Netflix.

Alessandro Mormile
Appassionato da sempre di videogiochi, con aggiunta di film e serie tv, in più ho fatto dell'MCU la mia seconda casa. Tutto questo unito alla passione per la scrittura mi hanno portato qui.

    More in:News

    You may also like

    Leave a reply

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *