I Paramore sono un gruppo statunitense formatosi nel 2004. In questo articolo faremo dei commenti riguardo le loro migliori canzoni nei primi anni. Inizialmente sono nati come una band rock/alternative rock, con forti influenze metal e punk. Successivamente si sono evoluti in un pop/indi.

Il primo album dei Paramore e le migliori canzoni

All We Konw Is Falling è stato l’album d’esordio della band pubblicato il 26 luglio 2005 dalla Fueled by Ramen. È stato inserito all’ottavo posto nella lista dei migliori 50 album pop/punk di sempre. L’album è stato dedicato alla studentessa sedicenne Lanie Kealhofer, deceduta in seguito a un incidente mentre attraversava un lago in barca. Nel disco troviamo alcune tra le migliori canzoni dei Paramore.

Dall’album sono stati estratti tre singoli, per ognuno dei quali è stato girato un relativo videoclip. Il primo è stato All We Know, brano che apre l’intero album, seguito da Pressure e da Emergency.

L’album non ha avuto un buon riscontro commerciale immediato dopo la sua uscita, entrando solo alla trentesima posizione della Top Heatseekers di Billboard, restandovi, nonostante tutto, per sette settimane. A seguito della pubblicazione nel Regno Unito, nel 2006, ottenne un notevole numero di vendite, entrando prima nella classifica degli album rock più venduti e, successivamente, anche nella Official Albums Chart.

Nel 2009 ottenne anche la certificazione di disco d’oro nel Regno Unito per aver venduto oltre 100.000 copie. Ottiene la certificazione d’oro anche in Australia nel 2012, arrivando alla cifra di 35.000 copie vendute. Il disco d’oro negli Stati Uniti arriva invece a 9 anni di distanza dalla sua prima pubblicazione, nel 2014, dopo aver venduto oltre 500.000 copie.

I tre singoli dell’album

  • All We Know è il brano di apertura dell’album e parla, per l’appunto, della studentessa Lanie Kealhofer che è venuta a mancare. La canzone trasmette un clima di ribellione e di rivalsa contro la drammatica situazione e, a tratti contrastante. Le parole del testo sono parole che cercano di comprendere il motivo della morte della giovane ragazza, probabilmente amica della cantante Hayley Williams. La musica è molto movimentata e le chitarre distorte molto aggressive per tutta la durata del brano, tranne che nello special, in cui il sound si fa più dolce e malinconico con suoni puliti e ovattati.
  • Pressure è il secondo singolo dell’album e si mette perfettamente in linea col tema aperto nel primo brano. La struttura, dal punto di vista musicale, è pressoché la stessa di All We Know, anche se ancora più movimentata. Ascoltando la canzone ci si sente davvero “sotto pressione”, quella pressione fastidiosa e irritante di una situazione difficile da accettare; che ti schiaccia. Il testo parla proprio di quest’ ultimo concetto: la pressione che si prova nell’accettare qualcosa che fa male.
  • Il terzo singolo è Emergency, un brano che chiude questo cerchio di accettazione. Infatti nel testo si ripete più volte il concetto di non aver abbandonato la vita della cara amica. La canzone è carica di emozione ed inquieta anche nelle sue parti più dolci, lasciando trasparire la speranza di un futuro rincontro. La frase del ritornello “When you deserved to be alive” richiama con forza il desiderio di riavere accanto quella persona.

Altri brani famosi dell’album

  • Never Let This Go si trova esattamente a metà dell’album ed è caratterizzata da un particolare accompagnamento di chitarra in pulito nelle strofe che rende magica l’atmosfera dell’intero brano. Il testo parla della solitudine che Hayley prova per via della storia che ha vissuto e quindi, come si capisce anche dal titolo, del non riuscire a lasciar andare via tutto.
  • My Heart è la canzone di chiusura del disco. È una delicata ballata rock in cui suoni soffusi e dolci di chitarra accompagnano la voce tremante, ma decisa di Hayley che dona il “suo cuore” alla vita della cara amica persa in quel tragico incidente. Il brano si chiude tra le urla in growl del chitarrista Jason Bynum e quelle della cantante che finiscono per dissolversi tra la satura distorsione dell’accordo finale.

More in:Musica

You may also like

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *