Se prima dell’annuncio ufficiale dello State of Play tutti ci aspettavamo notizie dai grandi titolo first party di Sony come Horizon Forbidden West o God of War, la stessa casa giapponese ha subito ridimensionato le aspettative confermando l’assenza di questi ultimi. Nell’annuncio di Sony si anticipava un gameplay di nove minuti di Deathloop più alcuni titoli di terze parti e indie. Le aspettative dunque erano al minimo, ma probabilmente l’evento è riuscito ad andare ancora più in basso.

Moss: Book II

Lo show non si apre con i già citati nove minuti di Deathloop, ma bensì con un titolo VR. Moss: Book II è il seguito di Moss, un gioco che ci fa vivere le avventure di un piccolo topo guerriero dal punto di vista del suo “spirito guida”. Il primo capitolo ha sorpreso critica e pubblico ottenendo un discreto successo, dunque non poteva non arrivare un sequel. Vediamo poco del titolo: qualche nuova meccanica, nuove ambientazioni, ma nulla fa gridare al miracolo o all’innovazione totale. Siamo in ogni caso certi che si rivelerà, proprio come il primo, un’ottima esperienza da vivere in realtà virtuale.

State of Play

Arcadegeddon e Tribes of Midgard

Il primo è un titolo anonimo: multiplayer PvP in accesso anticipato che ci metterà in competizione con altri giocatori. Il solito gioco che cerca di unire diversi titoli di successo come Fortnite & co. Nessun guizzo, niente di minimamente interessante.

Discorso diverso invece per Tribes of Midgard, mostrato per la quarta volta in un mese, ma che sembra essere comunque un prodotto interessante per gli amanti del genere. Ieri sera durante l’evento è stata presentata la prima stagione chiamata The Wolf Saga.

State of Play

Fist

Lo State of Play continua con delle nuove immagini di Fist. Un titolo metroivania con un coniglio protagonista ricco di azione e combattimenti spettacolari. La descrizione può non essere chiara, ce ne rendiamo conto, per questo vi lasciamo qui in basso il gameplay mostrato all’evento. Questo è comunque uno dei titoli più interessanti proposti ieri, con un combat system che sembra ottimo e un gameplay frenetico e divertente: da tenere d’occhio.

Hunters Arena Legends e Jet the Far Shore

Dopo un breve bagliore di speranza rappresentato da Fist, lo show risprofonda nell’oblio della noia con Hunter Arena Legends: titolo così confuso da colpirsi da solo, open world, PvP, PvE, battle royale, fantasy. Chiaro no? Per poi continuare con Jet the Far Shore: gioco che sicuramente avrà il suo pubblico ma presentato in questo modo non può che conciliare un profondo sonno (con incubi annessi). Un titolo ambientato nello spazio in cui avremo il compito di colonizzare pianeti e portare vita su di essi.

Sifu

Ancora un titolo già visto più volte nell’ultimo mese, tra E3 e Summer Game Fest. Sifu sembra essere un picchiaduro con focus sulle arti marziali e una meccanica che potrebbe rivelarsi interessante: a quanto pare infatti, a ogni nostra morte il personaggio invecchierà di qualche anno. Ovviamente non hanno potuto soffermarsi sullo spiegare il funzionamento della meccanica (vista la quantità di cose più interessanti da mostrare…), quindi non sappiamo ancora molto sul titolo. Attendiamo notizie, ma anche questo è da tenere d’occhio.

State of Play

Demon Slayer The Hinokami Chronicles

Con un passo indietro a circa due generazioni fa ci viene presentato il gioco dedicato al celebre manga Demon Slayer. Nonostante esca su PS5 sembra di guardare un gioco già vecchio di una, se non due generazioni fa. Sicuramente i fan del manga apprezzeranno la trasposizione (o almeno il tentativo). Vi lasciamo il trailer qui sotto, a voi il giudizio.

Lost Judgemnt

Qualcosa di interessante, per lo meno per i fan del genere, inizia ad apparire. Ci viene mostrato il gameplay ricco di azione e follia classico dei creatori di Yakuza che di certo farà piacere agli appassionati. La data di uscita viene fissata per il 24 settembre su PS4 e PS5.

Death Stranding Director’s Cut

Non c’è dubbio che Death Stranding sia un titolo di estremo valore. Nonostante questo ha diviso il pubblico in adoratori e haters. Un titolo che si ama o si odia, difficilmente può esistere la via di mezzo. Lo stesso Kojima aveva promesso aggiornamenti a breve, e quale occasione migliore dello State of Play? Ma cosa viene aggiunto di concreto? Avremo nuove armi, nuove animazioni, nuovi gadget e costruzioni da fare. Nuovi scontri e nuovi boss (si spera migliori di quelli originali) da affrontare. E fino a qui ce lo potevamo aspettare; viene poi mostrata una modalità da racing game con piste e veicoli da guidare per affrontare gare contro altri giocatori: un’idea interessante che potrebbe rivelarsi vincente. Infine le tanto attese nuove missioni di trama e nuove cutscene che andranno ad ampliare la storia di Death Stranding.

Sony dunque, come aveva detto, continua con l’onda di Director’s Cut dopo l’annuncio di quella dedicata a Ghost of Tsushima, e ci fa capire che ce ne sono altre in cantiere pronte per essere annunciate.

Deathloop

Ed eccoci alla fine di questo State of Play con i nove minuti tanto attesi di Deathloop. Mancano pochi mesi all’uscita e sembra di averci già giocato per quante volte ce l’hanno fatto vedere, e nonostante ciò ancora non sono chiare alcune delle meccaniche. In questa clip non ci viene spiegato nulla di nuovo, vediamo solo un gameplay spettacolare tipico di Arkane e un’ambientazione affascinante ma che ormai conosciamo meglio di casa nostra. Il titolo è certamente interessante, e molto probabilmente si rivelerà un ottimo prodotto, ma quello che possiamo dire è che la strategia di comunicazione di Arkane Studios non è stata il massimo fin ora. Non possiamo fare altro che attendere l’uscita, o magari altri gameplay…

State of Play sì, ma Microsoft resta in vetta

Se questa doveva essere la risposta alla conferenza E3 di Microsoft, Sony dovrebbe rivedere leggermente la strategia comunicativa. Siamo certi che l’azienda nipponica abbia delle grosse cartucce da sparare e che potrebbero andare a ribaltare la situazione. In fondo basterebbe mostrare God of War per riaccendere l’entusiasmo dei fan ma a quanto pare c’è ancora da attendere. Vedremo qualcosa di nuovo probabilmente verso agosto in occasione della Gamescom o magari per settembre, perciò noi vi diamo appuntamento alla prossima sperando di vedere cosa nasconde Sony sotto le maniche.

Alessandro Mormile
Appassionato da sempre di videogiochi, con aggiunta di film e serie tv, in più ho fatto dell'MCU la mia seconda casa. Tutto questo unito alla passione per la scrittura mi hanno portato qui.

    More in:Videogiochi

    You may also like

    Leave a reply

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *