La appassionante serie TV Hulu The Great, in cui Elle Fanning interpreta l’Imperatrice Caterina la Grande di Russia, tornerà con nuovi eccitanti episodi. Scopriamo cosa ne pensiamo con la nostra recensione della serie Prime Video con Elle Fanning.

Nel 2020 Hulu, piattaforma streaming americana, ha prodotto la prima stagione di The Great. La serie, pur avendo un cast giovane e affermato, in Italia è passata quasi in sordina perché accessibile solamente da STARZPLAY. Servizio reso noto grazie alle sempre più affermate Apple TV e Amazon Prime Video, da cui si può accedere tramite un abbonamento aggiuntivo rispetto a quello delle piattaforme.

recensione serie Prime Video con Elle Fanning
Elle Fanning e Nicholas Hoult in una scena di The Great

Recensione di The Great: la prima stagione su Amazon Prime Video

Fin dal titolo imponente The Great, si intende che il protagonista di questa serie da 10 puntate sarà una figura di spicco. La traduzione al maschile, che verrebbe spontaneo fare, va subito a mutarsi in “La Grande”. Infatti, la vicenda non tratta di un uomo, ma di una donna e non di una qualsiasi ma di un’Imperatrice, per esattezza Caterina II di Russia (Elle Fanning) definita La Grande.

Sposa di Peter III (Nicholas Hoult), Pietro per la versione italiana, e fautrice dell’istruzione e delle belle arti, si ritrova a convivere con un marito ignorante e ottuso che influenza negativamente il suo Impero. Di origine tedesca, non riesce ad accettare le barbare usanze e la violenza che prevalgono nella Russia di fine ‘700, così decide di voler prendere il potere per rendere la sua nuova patria grandiosa agli occhi dell’Europa e del mondo.

Il cambiamento e le nuove amicizie

La giovane Imperatrice, disillusa dal puerile sogno di un matrimonio felice e costruttivo, è disposta a tutto pur di riuscire nel suo intento. Così, la si segue mentre cerca di ingraziarsi la corte, per lo più composta da pettegole perfide e da mariti selvaggi e stolti. Continuamente ostacolata dal capo della Chiesa Archie (Adam Godley), che tenta di prevalere sull’Imperatore per mantenere il controllo implicito delle tradizioni e della politica, e dagli amici e consiglieri di Pietro.

Il suo piano avventato ha bisogno di complici, così Caterina inizia l’espansione silente tra i funzionari e non dell’Imperatore. Per prima, la serva personale Marial (Phoebe Fox), ex dama di corte declassata da Pietro a causa del padre. Donna forte e colta, incapace di stare al suo posto, che trova in Caterina una grande amica oltre che una guida buona e giusta. Si giunge così a Orlo (Sacha Dhawan) consigliere politico di Pietro e a Velementov (Douglas Hodge) capo delle truppe militari, entrambi stufi di dover servire un Imperatore rozzo e ignorante. Per concludere Leo (Sebastian De Souza), amante e innamorato dell’Imperatrice.

L’allegra brigata che si va a formare col susseguirsi delle puntate, ha un solo scopo: uccidere Pietro e far regnare Caterina, portando così la Russia in una nuova era di armonia e cultura.

Solo la serie può dirvi se i cinque riusciranno nell’impresa!

recensione serie Prime Video con Elle Fanning
Elle Fanning e Phoebe Fox in una scena di The Great

The Great: la sceneggiatura moderna in chiave umoristica

The Great nasce dalla commedia omonima (2008) dello sceneggiatore e regista australiano Tony McNamara per il Sydney Theatre Company che, a quel tempo, era sotto la direzione artistica della rinomata Cate Blanchett.

Con una nomination agli Oscar 2019 per La favorita, ha portato la serie TV The Great dal teatro alla televisione, ricevendo ancora una volta meritate critiche positive. A maggio 2021 tornerà con il nuovo film Crudelia, ritrovandosi nuovamente con la tanto amata Emma Stone che vedremo nei panni della famosa nemica del prodotto Disney La carica dei 101.

L’acclamato sceneggiatore ha fatto intendere fin dall’inizio di The Great la sua volontà nel prendere le distanze dalle altre popolari serie TV in costume: The Crown, Bridgerton, Victoria, Downton Abbey, e tante altre, la lista è lunga. Soprattutto, dalla miniserie HBO Caterina la Grande, andata in onda nel 2019 su Sky Atlantic, in cui Helen Mirren interpreta l’Imperatrice nei suoi ultimi anni di vita.

Il linguaggio moderno nella storia Settecentesca

Tony McNamara ha deciso così di porre l’attenzione su un aspetto particolare: il linguaggio. Mezzo utilizzato per dare alla serie una nota originale.

Infatti, fin dalla prima stesura ha dichiarato di voler affrontare la storia da un punto di vista moderno e divertente. Per farlo ha utilizzato espressioni volgari, dirette, ridicole, completamente distaccate da quelle del periodo in cui viene rappresentata la vicenda.

I wanted it to be funny and I wanted it to have its own tone. I just wanted the language not to be polite. Essentially, I wanted to be sure I would like it, so that’s how I wrote it.

Tony McNamara

Un chiaro esempio è il termine «Huzzah!» con il significato del nostro «Urrà!». Anche se non ha nulla di russo, infatti è un’espressione propriamente inglese utilizzata durante le vittorie belliche, i protagonisti lo ripetono più e più volte, facendolo diventare un tormentone.

Il risultato è convincente, merito anche dei due protagonisti. Elle Fanning e Nicholas Hoult mettono in scena due interpretazioni eccezionali, credibili e divertenti. Il tutto, arricchito da colorati party e tresche di corte prive di alcun velo e pudore, dove sesso e parolacce sono all’ordine del giorno. Lasciando così che la versione romanzata della vicenda, faccia passare in secondo piano alcune inesattezze storiche riconoscibili solo dai più curiosi.

recensione serie Prime Video con Elle Fanning
Locandina di The Great

Un’Imperatrice bella ma soprattutto intelligente

La serie TV racconta di una grande Imperatrice senza tralasciare però l’aspetto umano della vicenda, in cui Caterina è una giovane donna alla ricerca dell’amore. Inizialmente triste e sconsolata per via della disillusione rispetto al sogno giovanile di un matrimonio felice, si ritrova sola e desolata.

I Red Hot Chili Peppers direbbero:

With the birds I’ll share this lonely viewin’

Frase tratta dal famoso brano Scar Tissue

Col tempo però l’affetto che inizialmente ricerca nell’unione con l’Imperatore, viene violentemente sostituito dalla passione per la Russia e per il sesso con l’amante Leo.

The Great ci presenta diverse tresche ma senza la delicatezza tipica delle vicende televisive in costume, il rapporto tra le persone rimane sempre in secondo piano rispetto al senso patriottico verso l’Impero. Così da creare due personaggi opposti ma non per questo in perenne conflitto: Caterina, che da romantica si trasforma in un’intelligente stratega e Pietro, che da egoista incapace di amare, si rivela una persona desiderosa di affetto, un sentimento da cui è stato privato fin da piccolo, se non per quei rari apprezzamenti della zia Elisabetta (Belinda Bromilow).

La figura della donna forte però prende il sopravvento. Caterina non si lascia scoraggiare dalla tradizione misogina per cui, pur essendo un’Imperatrice, viene vista solamente come mezzo per garantire un erede maschio. Anzi, impara ad apprezzare la propria femminilità e a sfruttarla per il suo tornaconto, confondendo gli uomini con il suo bel viso e ingannandoli con la sua intelligenza e scaltrezza.

La seconda stagione di The Great annunciata su Instagram

Il finale della prima stagione aveva fatto sperare in una seconda. Il 9 febbraio 2021, Elle Fanning, ha lasciato intendere sui Social, la conferma del sequel. L’attrice, infatti, ha pubblicato una foto su Instagram, in cui viene ritratta nei panni dell’Imperatrice con un bel pancione. Il post ha provocato entusiasmanti reactions da parte dei fan che però non hanno ricevuto nessun altro indizio.

Nel frattempo, Elle Fanning e Nicholas Hoult sono stati candidati ai Golden Globe 2021 come Migliori Attori in una Serie TV Musicale o Commedia per The Great (anch’essa candidata), ma neanche in questa occasione i giovani attori si sono sbilanciati facendo dichiarazioni in merito alla data di uscita. Tocca aspettare!

L’idea però che in pentola ci sia una seconda stagione, rende i fan felici e curiosi. Come direbbe Pietro, Huzzah!

Sveva Burchielli
Sono una persona molto curiosa a cui piace scoprire nuovi interessi e sperimentare al di fuori della propria zona di comfort. Ma l'unica passione che rimane invariata, sempre e comunque, è quella per il cinema, con me fin dall'infanzia.

    More in:Film&SerieTV

    You may also like

    Leave a reply

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *