Riviviamo insieme il più recente evento in casa WWE, Clash of Champions Gold Rush, dove tutti i titoli devono essere difesi!

Benvenuti amici ed amiche ad un nuovo appuntamento mensile con la WWE. Il PPV Clash of Champions Gold Rush è l’unico evento dell’anno in cui ogni cintura deve essere difesa. Ci aspettano incontri adrenalinici e dall’esito incerto, altri più prevedibili ma carichi di pathos! Siete pronti? Andiamo!

Kickoff Tag Team Match per i Titoli di Coppia di Smackdown: Cesaro & Shinsuke Nakamura (c) vs Lucha House Party

Partenza rapida dei due luchador intenzionati a vincere il loro primo titolo di coppia e superare le divergenze interne. Cesaro riesce però a dare il cambio a Shinsuke che riequilibra la contesa e i campioni riescono ad imporsi tramite una sequenza di rapidi cambi. Lince Dorado subisce i colpi di entrambi gli avversari e Kalisto sembra apparentemente fuori dallo scontro. Una distrazione dello svizzero però consente a Lince Dorado di dare il cambio a Kalisto che stende Cesaro con un DDT.

Bellissimo Assisted Tornado DDT ai danni di Cesaro fuori dal ring, una mossa combinata dei messicani, che sembrano finalmente aver superato i loro screzi e agiscono come un solo uomo. Shinsuke però stende Lince oltre le barricate, fra le 4 corde lo Swiss Cyborg si riprende, evita un tentativo di Salida Del Sol di Kalisto e, in sincronia con il suo compagno connettono la loro mossa finale che chiude il match.

Vincitori ed ancora Campioni di Coppia di Smackdown: Cesaro & Shinsuke Nakamura.

Triple Threat Ladder Match per il Titolo Intercontinentale: Jeff Hardy (c) vs Sami Zayn vs AJ Styles

Il più piccolo dei fratelli Hardy prova a prendere l’iniziativa, ma è Sami che tira fuori l’artiglieria pesante stendendo entrambi i suoi rivali con una scala. Jeff ricambia il favore presentando la suddetta scala alla schiena dell’atleta di origini siriane. Un errore del campione però favorisce il contrattacco di AJ Styles. I tre atleti iniziano così ad alternarsi sotto i riflettori, ma nessuno riesce a dominare. Styles stende Sami con un Pelé Kick ma non riesce a recuperare le due cinture a causa del ritorno di Jeff.

Anche Zayn prova a salire la scala, dopo aver schiantato Styles contro una scala con un Exploder Suplex. Scambio di colpi fra il campione ed il Fenomenale, che favorisce Sami il quale mette KO Jeff con un Helluva Kick. Prova ancora a salire la scala ma AJ gli scaglia una scala contro! Jeff ed AJ si mettono fuori gioco a vicenda in un paio di occasioni, Sami prova ad approfittarne ma Twist of Fate di Hardy! Incontro assolutamente equilibrato e dall’esito incerto.

AJ carica Sami su una scala ma viene atterrato da Jeff che sale su una scala e…SWANTON BOMB su Sami MAMMA MIAAA come direbbe il compianto Mauro Ranallo! La scala è distrutta, la schiena di entrambi i lottatori probabilmente. Incredibilmente, l’autoproclamatosi Campione Intercontinentale riesce ancora a lottare ed ammanetta Jeff per il lobo dell’orecchio ad una scala.

Non riesce a fare lo stesso con AJ però che lo atterra con un Suplex per poi scoprire che…Sami lo ha ammanettato al suo polso di sé stesso proprio suo suo! AJ prova a salire la scala trascinandosi Sami e Jeff sale sul ring con la scala ammanettata all’orecchio. Mentre i due si stuzzicano, Zayn si libera usando la chiave che teneva nascosta in gola, ammanetta AJ, sale sul ring e, in maniera assolutamente geniale, strappa le due cinture diventando il nuovo campione!

Vincitore e Nuovo Campione Intercontinentale: Sami Zayn.

Kayla Braxton prova ad intervistare il nuovo campione ma lui la interrompe e le ricorda che quel titolo è sempre stato suo. R-Truth si aggira nel backstage conciato come Merlino ad Honolulu, finisce per sbaglio nella stanza degli arbitri. Drew Gulak ne approfitta e lo schiena per il conteggio di 3! L’arbitro non può far altro che dichiarare Drew nuovo campione 24/7! Anche questo si può ritenere un cambio titolato occorso durante il Clash of Champions Gold Rush?

Match per il Titolo Femminile di Raw: Asuka (c) vs Zelina Vega

Asuka sembra dominare facilmente l’avversaria, ma l’ex manager di Andrade e Angel Garza non resta a guardare e prende di mira il braccio sinistro della campionessa infortunatosi durante una caduta. Tentativo di Asuka Lock convertito in una Armbar da Zelina prima ed in una Modified Crucifix poi. Solo conto di 2! Ripetuti tentativi di conteggio da parte di entrambe ma alla fine basta una Asuka Lock ben stretta per costringere la sfidante a cedere.

Vincitrice ed ancora Campionessa Femminile di Raw: Asuka.

Dopo il match Asuka sembra congratularsi in segno di rispetto con Zelina ma lei per tutta risposta le molla un calcione. La giapponese, nella sua lingua natia, non sembra molto contenta della cosa.

Match per il Titolo degli Stati Uniti: Bobby Lashley (c) vs Apollo Crews

Apollo entra accompagnato da Ricochet, seguito poco dopo dal campione e la sua Hurt Business ad eccezione della new entry Cedric Alexander. Crews la mette sul piano della velocità e Bobby non riesce a stargli dietro. Bel Moonsault dell’ex campione, con la sua consueta agilità. Enziguri e Crossbody dal paletto ma appena conto di 1. Tartufone c’è e si fa sentire con una Flatliner ben assestata e con un Suplex da manuale. Tanto trash-talk da parte di MVP, per caricare il suo assistito, ma anche per danneggiare psicologicamente lo sfidante.

Apollo capisce che deve essere quello più aggressivo dei due e ce la mette tutta sollevando facilmente Bobby e poi realizzando uno Standing Moonsault ma l’All Mighty risponde con un Superplex! 1…2…Apollo c’è! Standing Shooting Star e Frog Splash ma Bobby non cede! Lo strapotere fisico di Lashley capovolge l’inerzia del match schiantando Crews e costringendolo velocemente alla resa con la Hurt Lock.

Vincitore ed ancora Campione degli Stati Uniti: Bobby Lashley.

Tag Team Match per i Titoli di Coppia di Raw: The Street Profits (c) vs Andrade & Angel Garza

Sono i campioni a fare il bello e cattivo tempo nei primi scambi dell’incontro, tuttavia col progredire dei minuti, sembra che i due latini siano più in sintonia che mai e connettono una serie di manovre combinate su Ford. L’ingresso di Dawkins, con la sua fisicità, sembra metterli in difficoltà per un momento ma gli sfidanti tengono il passo.

Splendida Spanish Fly di Garza su Ford ma solo conto di 2! Double Knees di Andrade ma i campioni non si arrendono! Ford dà il cambio a Dawkins che connette una Spinebuster e va per il conteggio, 1…2…Andrade alza la spalla ma l’arbitro conta comunque il 3. Botch o storyline?

Vincitori ed ancora Campioni di Coppia di Raw: The Street Profits.

Sempre durante Clash of Champions Gold Rush, ci viene annunciato il Draft che quest’anno sarà diviso il 2 serate: il 9 ottobre su SmackDown ed il 12 Ottobre su Raw. Non si è menzionato invece NXT, ma per ulteriori informazioni vi rimando qui.

Kayla Braxton intervista Drew Gulak e gli chiede com’è essere il nuovo campione 24/7, egli dice che ha voluto cogliere il momento e dedica la vittoria ad Akira Tozawa, apparentemente divorato da uno squalo in quel di Raw. Ma improvisamente R-Truth lo schiena e torna ancora una volta campione di questa “prestigiosa” cintura!

La campionessa femminile di SmackDown, Bayley, sale sul ring e si dice dispiaciuta che la sua sfidante Nikki Cross non sia in condizione di competere, ma tanto l’avrebbe sconfitta comunque. Indice allora una open challenge per il suo titolo, e dopo 3 secondi dato che non si presenta nessuno, Bayley canta già vittoria. Ma ecco risuonare la musica di Asuka che accetta la sfida e parte il match!

Match per il Titolo femminile di Smackdown: Bayley (c) vs Asuka

Nonostante abbia già lottato un incontro, Asuka parte fortissimo. Tuttavia, la campionessa è brava a riprendere il filo del match precedente: il braccio sinistro infortunato della giapponese. German Suplex della Empress of Tomorrow fuori dal ring ma Bayley la colpisce con una sedia e si fa squalificare, conservando così il titolo con il minimo sforzo.

Vincitrice del Match: Asuka.

Bayley esulta come se avesse vinto la Champions ma ecco Sasha Banks! The Boss tempesta la ex amica di colpi ma i danni al collo la rendono una preda facile per la campionessa di Smackdown. Bayley vorrebbe farle ancora più del male, ma The Blueprint vuole la sua vendetta e non esita ad usare bastoni da Kendo e sedie costringendo la ex Hugger alla fuga.

Ambulance Match per il Titolo WWE: Drew McIntyre (c) vs Randy Orton

Clash of Champions 2020

Sfida rinnovata fra i due rivali, questa volta vincerà chi collocherà per primo l’altro nell’ambulanza e chiuderà entrambe le porte della stessa. Randy rincorre il suo 14esimo titolo massimo, Drew cerca di tenersi stretto il primo. Si comincia! È Drew a partire forte ma basta un DDT di Randy a metterlo alla guida del match, forse colpendo la già danneggiata mandibola del campione. Randy sembra caricare il Punt Kick ma la sua caviglia viene trattenuta da Big Show che lo schianta sul tavolo di commento con una Choke Slam! Vendetta dolce vendetta! Drew si diverte a dissezionare il suo avversario, mentre lo porta sempre un pò più vicino all’ambulanza. Orton con una stampella ed una sedia sulla mandibola colpisce il campione e lo lancia contro il veicolo.

Il Legend Killer vuole chiudere lo sportello sulla testa del campione ma Drew risponde con un Glasgow Kiss e prova a connettere la Claymore Kick ed invece distrugge lo sportello! Il conflitto si sposta nel backstage dove i due trovano ancora più attrezzi da usare per infliggersi ripetutamente dolore. Improvvisamente Christian appare e scaglia Randy contro il tavolo del buffet! Vendetta dolce vendetta parte 2! Torniamo nei pressi dell’ambulanza e The Viper sembra averne ancora, distrugge la schiena dello scozzese contro il parabrezza che si infrange in mille pezzi! Sul tetto del mezzo Randy colpisce Drew ma SWEET CHIN MUSIC!!!

Shawn Micheals colpisce Orton e lo fa cadere dall’ambulanza. Vendetta dolce vendetta parte 3! Orton sembra finito ma RKO della Vipera! Ancora più colpi sulla già debole mandibola di McIntyre che non riesce a capitalizzare nonostante i numerosi aiuti. È anzi lui a finire nell’ambulanza, Randy chiude uno sportello e si accinge a chiudere il secondo ma lo Scottish Psycopath si libera e colpisce con una devastante Claymore Kick prima di restituirgli pan per focaccia con un Punt Kick! Orton, ormai privo di sensi, viene chiuso nell’ambulanza e portato via da un autista d’eccezione, Ric Flair (Vendetta dolce vendetta parte 4!) per la vittoria finale di Drew.

Vincitore ed ancora Campione WWE: Drew McIntyre.

Match per il Titolo Universale: Roman Reigns (c) vs Jey Uso

Clash of Champions 2020

Siamo giunti al Main Event di Clash of Champions Gold Rush. È una questione di famiglia, per decidere chi sia effettivamente il Capo Tribù, il Capo famiglia. Nuovo look, ma stessa canzone e Titantron di ingresso per Roman, accompagnato, come di consueto, dal suo consigliere Paul Heyman. Molti sguardi fra il più piccolo della compagine samoana ed il suo cugino campione. Jey non può competere sul piano fisico, allora decide di colpire con le sue qualità: abilità oratorie e agilità in ring ma al campione basta una Clothesline per azzerare le sue possibilità. A questo punto diventa un gioco al massacro. Roman non si ferma davanti a nulla e colpisce il cugino usando tutto ciò che ha a sua disposizione dentro e fuori dal ring.

Ma il figlio di Rikishi non ci sta. Samoan Drop per un insufficiente conto di 2! Jey si carica, ma Roman lo colpisce con un terrificante Superman Punch. La forza di volontà dell’Uso lo porta a scagliare una serie di colpi al viso dell’ex Shield che però non è affatto impensierito ed anzi gli dice che avrebbe dovuto fare come gli aveva detto: lasciar perdere. Un colpo di Roman vale 10 colpi di Jey che però non si arrende!

L’adrenalina scorre nel corpo dell’ex campione di coppia che scaglia il cugino grande contro il paletto ed a seguire Suicide Dive ed Enziguri! Roman è stordito e capitombola fuori dal ring ma ancora un Suicide Dive di Jey che non gli lascia riprendere fiato! Crossbody dal paletto ed un calcione in faccia ma ancora conto di 2! Paul Heyman evidentemente preoccupato, ma ci pensa Roman con una sorta di Running Legdrop a tornare al comando.

Il campione è chiaramente irritato, carica la Spear ma Jey la ribalta in un tentativo di conteggio, solo 2! Jey vola sul paletto, Frog Splash ma ancora solo conto di 2! Jey sembra particolarmente in difficoltà, un replay ci mostra che nell’uscire dal conteggio, Roman ha colpito le parti basse del cugino, senza che l’arbitro se ne accorgesse. Così è facile per lui connettere la Spear, potrebbe chiudere la contesa ma prima vuole che il cugino lo chiami Capo, che lo riconosca come Capo Tribù e Capo famiglia. Jey non ci sta ed allora altra Spear. Paul lo idolatra come Capo Tribù ma Roman vuole sentirselo dire dal cugino.

Ormai incurante della vittoria, lo sfidante viene picchiato ripetutamente ed un Roman infuriato arriva a minacciare l’arbitro di fargli perdere il lavoro se avesse interferito. Jimmy Uso, zoppicante si avvicina al ring e vuole gettare la spugna. A questo punto Reigns dice all’Uso grande che sarà lui a riconoscerlo Capo, ma neanche lui vuole farlo e getta la spugna. A denti stretti, infine, Jimmy lo riconosce Capo Tribù, purché se ne vada.

Vincitore ed ancora Campione WWE: Roman Reigns.

Fra le lacrime e la rabbia di Jimmy e la soddisfazione di Roman, si chiude questo Clash of Champions Gold Rush, ennesimo evento targato WWE, appuntamento ad ottobre con Hell in a Cell!

Francesco Ancona
Dottore di Ricerca, Fedele Adepto di Neil Gaiman, Autostoppista Galattico.

    You may also like

    1 Comment

    1. I really like your blog.. very nice colors & theme.
      Did you make this website yourself or did you hire someone to do it for you?

      Plz answer back as I’m looking to create my own blog and would like to know where u got this from.

      cheers

    Leave a reply

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *