Benvenuti al WWE Survivor Series 2020! I risultati e gli highlights dell‘unico evento dell’anno in cui Raw e SmackDown si danno battaglia per determinare quale dei due sia lo show di punta in casa WWE.

Con il Draft ormai alle spalle, Raw e SmackDown hanno acquisito nuove fisionomie. Facce nuove, nuove rivalità, nuove sfide. Ma stasera tutti gli screzi sono messi da parte e le superstars fanno fronte comune per sfidare gli atleti dello show rivale. Chi sarà il campione più dominante del momento? Qual è lo show di punta? Lo scopriremo insieme!

In questa particolare occasione, inoltre, celebreremo i 30 anni dal debutto di un’icona della disciplina: The Undertaker, che si congederà ufficialmente dal mondo del wrestling ed ha scelto questo speciale anniversario per farlo (lacrimuccia).

Prima però, se avete bisogno di recuperare quanto accaduto durante il precedente PPV, Hell in a Cell, potete leggere la nostra recensione qui. Per rivedere i momenti salienti di Survivor Series, troverete gli highlights qui.

WWE Survivor Series 2020: i risultati e gli highlight dell’evento PPV

Kickoff Dual-Brand Battle Royal

Match ufficializzato in extremis che vede contrapporsi atleti provenienti da entrambi gli show, con non si sa bene cosa in palio, se non il primo punto per il brand di appartenenza del vincitore.

Rissa caotica tra una moltitudine di atleti tra cui John Morrison e Mr. Money in the Bank The Miz, Rey Mysterio (con il figlio Dominik) e Jeff Hardy. Poco sembra importare della supremazia fra brand in questo momento. Nel caos si ravvivano alcune faide, come quella fra Apollo Crews e Ricochet che eliminano Shelton Benjamin e Cedric Alexander della Hurt Business, nonché quella fra Jeff ed Elias.

Gli ultimi 4 sono proprio il minore degli Hardy, The Miz, Dominik Mysterio e Chad Gable. Chad elimina Hardy, Dominik fa fuori Miz. L’incontro tra i 2 rimasti è una bella vetrina per entrambi gli atleti ma alla fine a spuntarla è Dominik dopo aver connesso la 619 ma…attenzione! The Miz ritorna sul ring, non è mai stato eliminato superando la terza corda! Cogliendo alle spalle il giovane rampollo di casa Mysterio, il buon Awesome One, si porta a casa la vittoria di rapina ed il primo punto per Raw!

Vincitore: The Miz.

Punteggio: Raw 1 – Smackdown 0.

Nel backstage Kevin Owens incontra King Corbin che gli fa notare che il team di Smackdown è messo male ma potranno arrivare alla vittoria se Kevin si lascerà guidare dal Re. Kevin gli risponde picche e se ne va. Una Billie Kay selvatica fa capolino e tenta di lasciare un portfolio a Corbin che glielo restituisce schifato (dallo pure a me Billie, tranquilla).

Team RAW maschile (AJ Styles & Braun Strowman & Keith Lee & Riddle & Sheamus) vs Team SmackDown maschile (Jey Uso & Kevin Owens & King Corbin & Seth Rollins & Otis)

Si parte con il tradizionale match 5 vs 5 ad eliminazione, tanto caro agli appassionati. Da segnalare una nuova musica di ingresso per Keith Lee (non male ma non all’altezza di quella di NXT).

AJ Styles e Jey Uso aprono le danze. Paul Heyman guarda la prestazione del samoano da dietro le quinte. Atteggiamento da simil-heel per Kevin Owens che si accanisce sui piedi scalzi di Matt Riddle. All’entrata di Sheamus, Seth Rollins insiste per farsi dare il cambio ma una volta dentro si inginocchia e sceglie di farsi eliminare dopo un Brogue Kick. SmackDown è con uomo in meno! Mentre il Team Blue si prende tempo per riorganizzarsi, Braun Strowman scaglia tutti per aria!

Trittico di Stunner per KO ai danni di 3 membri del Team Red per poi essere eliminato da AJ Styles dopo una Phenomenal Forearm. Floating Bro su King Corbin ed anche il Re è eliminato! Restano solo Jey Uso ed Otis per i blu. Momento di gloria per Otis che spazza tutti via ma viene schienato dopo una Running Powerslam di Strowman. È Jey Uso contro il mondo. Il giovane samoano ce la mette tutta prendendo a calci ogni componente del Team di Raw ma alla fine viene preso al volo da Keith Lee e disintegrato con una Spirit Bomb.

Vincitore: Team Raw.

Punteggio: Raw 2 – SmackDown 0.

Campioni di Coppia di Raw The New Day vs Campioni di Coppia di Smackdown The Street Profits 

Scontro generazionale tra 2 dei Team più apprezzati. The New Day arriva sul ring con l’attire di Gears 5, gioco del quale i 3 atleti sono personaggi giocabili (non chiedetemi perché). Grande rispetto e amicizia fra queste 2 coppie, ma quando il gioco si fa duro, i sorrisi svaniscono. Scambi agilissimi tra Kofi Kingston e Montez Ford, che continua a soffrire anche quando subentra Xavier Woods.

La musica cambia quando è Angelo Dawkins ad sostituire il compagno. Woods si becca l’offensiva combinata dei campioni di SmackDown che vanno vicini allo schienamento vincente con una Assisted Slicebread ma i campioni dello show del lunedì rispondono con una Midnight Hour. Frog Splash dalla stratosfera di Ford ma un infortunio alle costole non gli consente di schienare rapidamente Kofi.

Trouble in Paradise di Kofi su Ford evitata ed è il campione di Raw a connettere una Trouble in Paradise sull’ex campione WWE! Blockbuster combinata su Woods e Dawkins va allo schienamento…1…2…3!

Vincitori: The Street Profits.

Punteggio: Raw 2 – SmackDown 1.

Le 2 squadre si scambiano cenni di rispetto sul ring, il tutto sa molto di passaggio di consegne.

Campione degli Stati Uniti Bobby Lashley vs Campione Intercontinentale Sami Zayn 

Tartufone entra accompagnato dal resto della Hurt Business. Come il tavolo di commento ci ricorda, è uno scontro tra 2 atleti dalla personalità completamente opposta: minaccioso e silenzioso Bobby Lashley, più chiacchierone ed irritante Sami Zayn. L’atleta di origini siriane sa di essere in minoranza e cerca in ogni modo di rifuggire lo scontro, ma senza troppo successo. Quando Bobby lo afferra, il barbuto wrestler viene scaraventato da tutte le parti senza troppi complimenti.

Sami tenta di approfittare di ogni opportunità per vincere di rapina, prova addirittura a provocare gli altri membri della Hurt Business per far squalificare Lashley. Ogni tentativo di scorrettezza viene però neutralizzato da Tartufone o dagli altri componenti di stable.

All’ennesimo tentativo di fuga, MVP ricaccia sul ring il Campione Intercontinentale che diventa preda della Full Nelson di Bobby e cede.

Vincitore: Bobby Lashley.

Punteggio: Raw 3 – SmackDown 1.

Siamo dietro le quinte del WWE Survivor Series 2020 e fuori dal camerino di Roman Reigns, Jey incontra il capo famiglia che non ha parole al miele per il cugino, reo di non aver controllato il team con la paura. Gli altri componenti non rispettano lui, Roman, né la famiglia e per questo fallimento il Tribal Chief caccia i fratelli Uso dall’arena.

Campionessa Femminile di Raw Asuka vs Campionessa Femminile di SmackDown Sasha Banks

WWE Survivor Series 2020

Si riprendono i fili del discorso allacciato questa estate, quando Sasha perse il Titolo Femminile di Raw per mano della nipponica a SummerSlam (di cui potete leggere la nostra recensione qui). Ora tuttavia è una Sasha Banks diversa, dopo la rottura con l’ex amica Bayley e la fresca partecipazione alla serie The Mandalorian, ha ritrovato sicurezza e fiducia in sé stessa.

Fasi iniziali del match molto dinamiche, con le 2 atlete che tentano di trovare la sottomissione vincente o lo schienamento rapido. Dopo una Backstabber, Asuka è in difficoltà ma risponde con un Hip Attack e prende in mano la contesa. La timida reazione della Banks viene stroncata, dopo una serie di scambi fuori dal ring, con un Codebreaker. Entrambe le atlete sono stremate e riescono a fatica ad entrare fra le 4 corde per il conto di 10.

Meteora della Boss e Bank Statement ma Asuka non molla e tenta la Asuka Lock…Sasha si libera ma ancora Codebreaker della Empress of Tomorrow! Nuova Ankle Lock della Campionessa di Raw a cui fanno seguito una serie di rapidissimi tentativi di schienamento ma l’ultima risata è quella della Blueprint. Sasha schiena per la prima volta Asuka!

Vincitrice: Sasha Banks.

Punteggio: Raw 3 – SmackDown 2.

Nel backstage c’è un gallo, attualmente campione 24/7 dopo uno schienamento durante il pre-show del WWE Survivor Series 2020. Il volatile viene attirato da del mangime che casualmente era stato lasciato da quelle parti. La distrazione gli è fatale perché Akira Tozawa ne approfitta per schienarlo e diventare nuovo campione! Il festeggiamento dura poco però, perché ecco spuntare R-Truth che colpisce Tozawa con un sacco di mangime. 1…2…3. Truth è ancora campione 24/7.

Team RAW femminile (Lacey Evans & Lana & Nia Jax & Peyton Royce & Shayna Baszler) vs Team SmackDown femminile (Bianca Belair & Liv Morgan & Ruby Riott & Bayley & Natalya)

Lacey Evans e Bayley sono le prime rappresentati di Raw e SmackDown a scontrarsi in questo secondo match 5 vs 5 ad eliminazione. La squadra blu sembra in sintonia, cambi rapidi e mosse combinate.

Quello di Raw, anche alla luce di quanto visto nelle scorse settimane, non lo è altrettanto. Lana dà il cambio ad una Nia Jax che non apprezza e sfodera una prestazione niente male (chi l’avrebbe mai detto?), quando chiede il cambio però, nessuna collabora. Nia Jax si prende il cambio e, assieme alle altre “compagne” di team la caccia via. Bianca Belair omaggia The Undertaker con uno Snake Eyes su Peyton Royce.

Attimi di caos senza motivo ma ci pensa Peyton Royce ad assestare un SuperPlex su Bayley, ed entrambe le atlete cadono sul resto delle rispettive squadre (tranne Lana). Royce trova la Deja vù ed elimina Bayley (!). Sharpshooter di Natalya e tanti saluti all’ex IIconics. Le 2 squadre sono in parità numerica. The Women’s Right poderoso ed anche Natalya ci saluta grazie alla Evans.

Spanish Fly pazzesca dell’ex Marine ma solo conto di 2 grazie all’intervento della Riott Squad. Liv Morgan e Ruby Riott agiscono di concerto per neutralizzare la pachidermica Jax, ma l’ingresso di Shayna Baszler sbilancia la contesa a favore del suo gruppo, la campionessa di coppia elimina Ruby con una Kirifuda Clutch ed anche grazie all’aiuto di Nia. Restano solo Bianca e Liv a rappresentare lo show blu e la situazione si fa difficile.

Liv elimina a sorpresa la Evans con una Crucifix e siamo a 3 contro 2! La Morgan è scatenata e colpisce Nia con una raffica di colpi, ma alla samoana è sufficiente un singolo Samoan Drop ed anche Liv è andata. Resta solo Bianca che però non si fa intimorire. Vola come una farfalla e punge come un’ape ma viene intrappolata come una mosca dalla Baszler nella Kirifuda Clutch!

La potenza della EST è inarrestabile e non cede anzi tocca le corde ma nel frattempo perde i sensi! L’arbitro conta fino a 5 ma la Baszler tiene la presa e viene squalificata! Nia afferra l’ultima rimasta e tenta un Samoan Drop sul tavolo ma la Belair si riprende giusto in tempo e scaraventa la Jax oltre le barricate. Nel frattempo però l’arbitro ha proceduto col conteggio fino a 10 ed entrambe sono eliminate per count-out! Lana quindi è l’ultima rimasta in gara e pertanto la vittoria va al team di Raw.

Vincitrici: Team Raw.

Punteggio: Raw 4 – SmackDown 2.

Annunciato TLC per il 20 dicembre con un trailer apocalittico! Ma ora è tempo di Main Event per il WWE Survivor Series 2020.

Campione WWE Drew McIntyre vs Campione Universale Roman Reigns

WWE Survivor Series 2020

Un determinato Roman Reigns giunge sul ring accompagnato da Paul Heyman. Drew McIntyre fa il suo ingresso con tanto di kilt e di spada. Lo scozzese ha riconquistato il titolo WWE dalle mani di Randy Orton giusto in tempo per la sfida tra i 2 pesi massimi dei rispettivi brand. I due campioni massimi collidono in quello che si preannuncia un match monumentale. L’aria è elettrica, i campioni si prendono il tempo necessario per studiare l’avversario e mostrare i muscoli.

Nessuno vuole lasciare un centimetro all’altro sin dall’inizio. Per ogni mossa, il rivale risponde con uguale o maggior veemenza. Lo scontro sembra volgere a favore del Tribal Chief quando lancia Drew contro il paletto prima e sui gradini poi. Chinlock strettissima del Campione di SmackDown ed a seguire Snap Suplex ma solo conto di 2.

Clothesline devastante di Roman, ogni colpo è portato con estrema potenza. Drew sembra in completa balia del samoano finché non trova finalmente una reazione con un paio di Clothesline, un Released Belly to Back Suplex ed una Neckbreaker delle sue. Lo Scozzese recupera terreno, resiste al Samoan Drop di Reigns dinanzi allo sguardo contrito di Paul Heyman. Ma non solo.

Neutralizza il tentativo di Superman Punch con una Spinebuster, Jetknife Cover ma solo conto di 2! Adesso è il Guerriero Scozzese a far assaggiare al samoano il sapore dell’acciaio degli scalini. Costui però non ci sta, comincia a fare trash-talking ma, dopo una serie di scambi, Drew trova il Future Shock DDT! La vittoria però ancora non arriva, solo conto di 2! McIntyre carica la Claymore ma è Roman a colpire col Superman Punch! Volano botte da orbi tra i 2 pesi massimi, è uno scontro totale!

Roman prova la Spear ma bellissimo contrattacco di Drew che risponde con la Kimura Lock! Doppio Samoan Drop di Roman su Drew che distrugge il tavolo di commento! Una Spear devastante infrange le barricate, Roman procede al conteggio sul ring…1…2…Drew c’è! Roman non ha parole! Altra Spear ed altro conto di 2! Drew è infinito!

Tentativo di terza Spear ma CLAYMORE di McIntyre! Nel cadere Roman infortuna l’arbitro, Jey ne approfitta ma viene ricacciato via, fasi concitate e Roman colpisce Drew con un colpo nelle parti basse, Superkick di Jey e Guillotine di Roman su un ormai finito Drew. Arriva un altro arbitro che dichiara Drew svenuto e attribuisce la vittoria a Roman Reigns.

Vincitore: Roman Reigns.

Punteggio finale WWE Survivor Series 2020: Raw 5 – SmackDown 2.

A fine match l’interferenza di Jey sembra avergli concesso il diritto di tornare nella famiglia. Drew invece è sul ring, furente.

WWE Survivor Series 2020: il tributo ad Undertaker

Ecco il momento forse più malinconico dell’anno. Il saluto finale, Final Farewell, di una delle icone del business. Il Becchino, The Phenom, The American Badass, The Undertaker. Parata di personaggi illustri riuniti per ringraziare e salutare la leggenda. Amici dentro e fuori dalle 4 corde, rivali e fratelli. Tristezza infinita, ancora maggiore se pensiamo che tutto questo sta avvenendo senza pubblico.

Da Shane McMahon a Big Show, da JBL a Jeff Hardy (con un facepaint da paura) ed ancora Mick Foley (ed il suo barbone assurdo), The Godfather, i Godwins, Savio Vega (che stava perdendo la bandiera), Rikishi, Kevin Nash, Booker T, Shawn Micheals, Ric Flair (Woooo!), Triple H, Kane (che fa il sindaco ora, cliccate qui se non ci credete).

In un video rivediamo alcuni dei momenti che hanno segnato la carriera formidabile di uno degli atleti che più di ogni altro ha saputo declinare il significato di “personaggio” nel wrestling. Parole al miele da altri ex colleghi come Batista, John Cena, Steve Austin.

Torniamo sul ring dove troviamo un emozionato Vince McMahon che ci dice che stasera è la fine di un’era. Stasera salutiamo The Undertaker ma ciò che ha creato ed i momenti che ci ha fatto vivere resteranno per sempre.

È ora che il protagonista si palesi per il gran finale. L’incredibile musica di entrata è “suonata” da scariche elettriche prodotte dalle bobine di Tesla (guardate L’Apprendista Stregone per capire cosa intendo), la sensazione è pazzesca ed ammetto di avere i brividi se penso che sto assistendo a tutto questo per l’ultima volta.

Quando il becchino prende il microfono dice che per 30 anni ha fatto quella lenta camminata fino al ring ed ha mandato tanta gente a riposare, ma ora è il suo tempo di riposare (io non sto piangendo, tu stai piangendo). È arrivato il momento per l’Undertaker di “Rest in Peace“.

The Phenom si inginocchia e richiama a sé le tenebre ancora una volta, Paul Bearer e la sua urna si palesano dall’oltretomba per un ultimo saluto. È davvero tutto troppo toccante.

WWE Survivor Series 2020

The Undertaker è entrato sul ring, ma è Mark Calaway che lo abbandona e ci saluta, sulla rampa alzando il pugno, un’ultima volta.

Anche per questo evento è tutto, appuntamento al 20 dicembre con l’ultimo PPV dell’anno, TLC!

Francesco Ancona
Dottore di Ricerca, Fedele Adepto di Neil Gaiman, Autostoppista Galattico.

    You may also like

    Leave a reply

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *